Crea sito

Andrea Baroni (1917/2014) di … Che tempo fa !

andrea baroni

Andrea Baroni (Fabriano, 14 febbraio1917 – Roma, 13 novembre 2014) è stato un meteorologo, generale e conduttore televisivo italiano

Scheda del Personaggio – Andrea Baroni

Nascita : il 14 Febbraio del 1917 a Fabriano

Morte: 13 Novembre del 2014 a Roma

Professione; Meteorologo – Generale – Conduttore televisvo

andrea baroni
andrea baroni

Maggior Successi

Il 7 agosto 1973, pur essendo ancora ufficiale dell’Aeronautica, entrò alla RAI, per condurre, in alternanza con il suo pari grado Edmondo Bernacca, la rubrica meteorologica della Rete 1 Che tempo fa. Baroni rimarrà alla conduzione fino al 31 dicembre 1993, per poi ritirarsi per motivi personali.

andrea baroni

Dal 1990 fu promosso al grado di Generale per aver partecipato alla Resistenza come internato militare nei lager nazisti di Ucraina, Polonia e Germania dall’8 settembre 1943 al 14 marzo 1945, giorno della sua fuga dall’ultimo lager tedesco nella periferia di Magdeburgo.

Durante i venti anni trascorsi in RAI ha collaborato come giornalista pubblicista un decennio con il quotidiano La Stampa e per un altro decennio con il giornale La Repubblica.

andrea baroni

Curiosità

Dopo aver vinto il concorso per il servizio permanente il 16 aprile 1941, il 17 maggio di quello stesso anno venne destinato di stanza a Tobruk, in Libia, ove ebbe il compito di rimpiantare tutte le stazioni meteorologiche distrutte dagli Alleati nel corso dei conflitti sino a Derna, lungo la Via Balbia, consentendo una corretta conoscenza dell’aspetto meteorologico alle truppe italiane in avanzata.

Ricoprì numerosi incarichi di tipo operativo fino al 1958; da quell’anno fino all’atto del congedo (agosto 1976) nel grado di colonnello in servizio permanente è stato segretario della Rivista di Meteorologia Aeronautica. C0149

andrea baroni
andrea baroni
web
Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: [email protected]

oppure mi invii un messaggio sulla pagina Facebook

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo